Attendendo

Frantumai l’avido specchio perché non01-Sedia
avevo più ragioni per invecchiare,
tagliai pure le mie orecchie per non
marciare al ritmo di altri tamburi,
chiusi infine la porta di casa mia
perché non volevo più sbagliare.

Mi legai dunque ad una sedia,
attendendo d’addormentarmi,
solo e giovane.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...